Pink Different - Logo
MARKETING

Le Rubriche

babboNatale CocaCola-blog-marketing-pink-different_-min

È nato prima Babbo Natale o Coca-Cola?

Oggi ti parliamo di Babbo Natale, l’iconico uomo del Natale, della magia dei suoi regali ma soprattutto dell’asso del marketing Coca-Cola.

Babbo Natale e il suo inevitabile collegamento con il marchio Coca-Cola sono la conferma di quanto un brand possa influenzare la nostra immaginazione e di quanto la nostra mente sia attirata dalle immagini, dai colori, dalle parole e dalle storie. La forza di questa connessione va oltre il mero colore del vestito di Babbo Natale. Coinvolge i consumatori a un livello emotivo, collegando il marchio Coca-Cola a uno dei momenti più magici dell’anno. Le immagini accattivanti di Babbo Natale che sorseggia una Coca-Cola ghiacciata mentre distribuisce regali contribuiscono a plasmare la nostra percezione delle festività, associando il marchio a momenti di gioia e condivisione.

L’uomo dei regali dalla corporatura paffuta, la barba candida, il cappello con il pompon, il sacco sulle spalle e ovviamente il rosso del suo abito, esistevano già prima? Sì.
Coca-Cola ha elevato ancora di più la sua figura? Assolutamente sì.

Noi di Pink Different siamo certi che questa sia una delle migliori qualità del marketing: donare qualcosa.
Non ci fermiamo infatti alla mera vendita del prodotto o del servizio, vogliamo lasciare ai nostri partner qualcosa di più. Un lavoro senza tempo, umano e di qualità.
Vogliamo dimostrare che ci sono sì delle regole da seguire, dei metodi che funzionano e che è bene osservare, ma non vogliamo mai dimenticare una cosa fondamentale: MANTENERE LA PROMESSA.
Essere coerenti e rispettare il valore della propria azienda, proprio ha fatto Coca-Cola.

Vediamo ora insieme tutti i passaggi di questa incredibile e fruttuosa strategia di marketing, di un brand presente da quasi un secolo in Italia, con un impatto da 1,2 miliardi e che all’interno del suo impero (impero nel vero senso della parola) conta oltre 700mila dipendenti, di cui 2.000 nelle sole sedi italiane.

Chi era Babbo Natale prima di Coca-Cola?

Le origini di Babbo Natale, a dirla tutta, risalgono al Medioevo.
In principio la sua figura era strettamente legata alla religione, si parla infatti di un Santo, San Nicola, che la notte del 6 dicembre consegnava regali con indosso una veste vescovile, guarda caso rossa e bianca.

La sua figura ha avuto una prima evoluzione nel 1800, quando da santo è diventato un personaggio folkloristico. Il cambiamento è avvenuto grazie alla canzone “It was the night before Christmas” e a Charles Dickens. Poi quasi 50 anni dopo Thomas Nast, un illustratore statunitense, di origine tedesca, considerato il “Padre del Fumetto Americano”, lo rappresenta per la prima volta con i tratti che conosciamo oggi: barba bianca, cintura nera in vita, pancione e un sacco in spalla con all’interno tutti i regali da consegnare.

A renderlo leggermente diverso da come lo immaginiamo oggi era la sua espressione: decisamente troppo seriosa.

babbo natale

Chi è diventato Babbo Natale con Coca-Cola

Coca-Cola prende ispirazione nel 1931 proprio da questa rappresentazione, e lancia una campagna pubblicitaria sulle riviste più famose d’America. La campagna ritrae un Babbo Natale che alza un bicchiere colmo della bevanda frizzante accompagnato dallo slogan “Giù il cappello per una pausa rinfrescante”.
Haddon Sundblom, l’illustratore che per ben 30 anni ha dato vita alle pubblicità di Coca-Cola, non nega di aver preso ispirazione da Thomas Nast, ma di certo non si aspettava di cambiare così tanto le carte in tavole e di regalare al personaggio alto e barbuto un’icona così importante e riconosciuta.
Con Sundblom Babbo Natale riceve un tocco più umano, un’espressione più amabile, molto più simile a quello che conosciamo e che ha avvicinato la sua figura ai nostri cuori. È in questo periodo storico che il nostro uomo dei regali indosserà per la prima volta un cappello con il pompon e gli stivali neri.

L’obiettivo era di creare il vero e unico Babbo Natale, non un uomo con un costume.

La ripetizione di quest’immagini nel corso degli anni ci ha portato a fissare le caratteristiche del Babbo Natale di Sundblom nelle nostre menti, e lo ha reso il testimonial ideale per la Coca-Cola: molti oramai credono il rosso del vestito di Santa Claus sia stato deciso proprio dalla multinazionale. Ed anche se questo non è vero, è invece realistico comprendere quanto il marketing dell’azienda sia stato decisivo e incisivo e di quanto la nostra mente sia influenzabile.

Babbo Natale non indossa il rosso di Coca-Cola, ma Coca-Cola indossa il rosso di Babbo Natale.
E se la matematica non ci inganna, cambiando l’ordine degli addendi, il risultato non cambia.

Merito della magia o della pubblicità?

Insieme al suo Babbo Natale, Coca-Cola è diventata un simbolo laico del Natale, e il suo fatturato è cresciuto di anno in anno, fino a raggiungere l’incredibile livello di oggi.

Oggi più che mai se si pensa al Natale, si pensa a Coca-Cola.
Merito della magia o merito della pubblicità?

Noi diremmo merito della magia della pubblicità, considerando che vale più della Budweiser, Pepsi, Subway e KFC messe insieme.

Conoscevi già la lunga storia d’amore tra Babbo Natale e Coca-Cola?
Sei a conoscenza della potenza incredibile del marketing?


Se hai bisogno di capire qual è la strategia migliore per il tuo progetto, sei nel posto giusto.
Per cominciare a fare magie insieme, scrivici qui!

Se l’articolo ti è piaciuto, lasciaci un commento e grazie per essere arrivato fin qui!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

blog Pink Different - marketing -

Quì parleremo dell’arte del MARKETING, delle strategie che si poggiano su di esso, della conoscenza che si nasconde dietro ogni brand e progetto di successo, tale da creare senso di appartenenza e connessione.

Vi parleremo poi di quanto l’arte e il marketing
siano strettamente collegati, di quanto anche per un’azienda sia fondamentale coinvolgere emotivamente e lasciare al cliente qualcosa che vada ben al di là del prodotto o del servizio da acquistare.

Previous slide
Next slide

Social Links

Altri articoli

wake up call Business

Wake Up Call: come un corso può cambiare la tua vita

In questo articolo ti parliamo di libertà finanziaria, una condizione di vita in cui disponi di un flusso di reddito automatico che ti aiuta a ...
Leggi Articolo →
Cristiano Ronaldo - Brand CR7 blog-storie di successo-pink-different_ Storie di Successo

Cristiano Ronaldo: un calciatore o un brand?

Oggi ti parliamo Cristiano Ronaldo, uno dei migliori calciatori di tutti i tempi, considerato uno tra i marcatori più produttivi nella storia del calcio. Oltre alla sua ...
Leggi Articolo →
musica-432hz_pensiero-differente_blog Pensiero Differente

Musica a 432 HZ, questione di vibrazioni

Che puntare all’autenticità sia il primo passo per riuscire a essere la nostra parte migliore ti è chiaro. E che attraverso i concetti “Oceano blu” ...
Leggi Articolo →
azienda liquida-blog business-pink-different_ Business

Azienda liquida: cos’è e come crearne una

In questo articolo ti parliamo di un nuovo modello di business: quello dell’azienda liquida. Capiremo insieme di cosa si tratta e del perché è importante conoscerlo ...
Leggi Articolo →
Logo-Costruzione Marketing

Lo sai che il logo è l’anima della tua azienda?

In questo articolo ti parliamo dell’importanza del logo e di quanto sia necessaria la sua progettazione per creare un’identità aziendale forte e riconoscibile.   PERCHÉ ...
Leggi Articolo →
Fissare gli Obiettivi-blog Pensiero differente - pink-different_ Pensiero Differente

Obiettivi: come fissarli e raggiungerli con facilità

In questo articolo ti parliamo delle 8 caratteristiche che un obiettivo deve avere per essere facilmente raggiungibile, e di quanto trasformare i tuoi sogni in ...
Leggi Articolo →
brand positioning-blog marketinf-pink-different_ Marketing

Perché il brand positioning è fondamentale per le piccole aziende [parte 3]

Eccoci arrivati alla 3ª parte del nostro viaggio sul brand positioning. Ricapitoliamo: nel primo articolo avevamo parlato di come far ricordare il tuo brand tra 1000 ...
Leggi Articolo →
MILIONARIO GRAZIE A UN METEORITE--blog-pink pill_ Pink Pill

Milionario grazie a un meteorite: sei sicuro che i soldi non facciano la felicità?

In questo articolo ti parliamo di Josua Hutagalung, un ragazzo indonesiano di 33 anni, diventato milionario grazie a un meteorite. Questa del meteorite è una ...
Leggi Articolo →
Storie di Successo

Kobe Bryant: la “Mamba Mentality” nel mondo del business

Oggi ti parliamo di Kobe Bryant, uno tra i migliori giocatori della storia dell’NBA. Non solo un giocatore in realtà, ma una vera e propria ...
Leggi Articolo →
Antitrust-blog-Pink-different-business Business

Antitrust: i grandi dell’i-tech a rapporto

In questo articolo ti parleremo del Congresso che ha messo sotto accusa i grandi dell’hi-tech: Amazon, Apple, Facebook e Google. A rapporto i quattro uomini ...
Leggi Articolo →

Iscriviti alla nostra Newsletter

Non perderti i nostri articoli.

*Cliccando su “Invia” dichiaro di aver accettato le Condizioni Generali e la Privacy Policy.