PENSIERO DIFFERENTE

Musica a 432 HZ, questione di vibrazioni

Che puntare all’autenticità sia il primo passo per riuscire a essere la nostra parte migliore ti è chiaro. E che attraverso i concetti “Oceano blu” e “La Mucca Viola” tu possa esprimere il tuo vero potenziale: essere te stesso, anche.

Ma la domanda è? Vibri nel modo giusto?
Siamo fatti di sorrisi e positività e cogliere la giusta vibrazione è solo uno dei tanti modi per raggiungere una capacità senza cui saremmo persi: la consapevolezza. 

Cosa sono queste vibrazioni? E cosa hanno a che fare con noi?

 

Più di quanto credi. Quando si parla di musica e di note è necessario considerare l’accordatura e i rapporti tra le frequenze delle diverse note. Potresti vederla così: il tuo io più intimo in rapporto con ciò che ti circonda.
La musica a 432 Hz nasce da una naturale risonanza con le frequenze che sono alla base del nostro organismo e, prima di tutto, dell’universo. Queste frequenze si propagano nel corpo e nella natura stessa; donano energia e pace.

 

Perché Mozart, Verdi, Pink Floyd e altri usavano la frequenza di 432Hz?

 

Perché è la frequenza dell’universo, a cui vengono associati numerosi benefici psicofisici. Possiamo definirlo un “potere curativo”, e la musica di per sé lo è da sempre perché aiuta il corpo a vibrare all’unisono in modo armonico.
In diversi concerti eseguiti con strumenti accordati sul La a 440 Hz gli ascoltatori assumevano atteggiamenti polemici, antisociali. Ma gli stessi ascoltatori, invitati a riascoltare lo stesso concerto, eseguito con strumenti regolati su un La a 432 Hz, acquistavano un atteggiamento positivo, se non entusiasta.
Non solo, 9 ascoltatori su 10 apprezzavano di più il secondo concerto, pur non sapendo indicare il motivo.

E questi sono dati reali che dovrebbero spingerti a chiedere: “E perché questi artisti suonano a 432 Hz e gli altri no?”.

 

Probabilmente perché sono inconsapevoli, come la maggior parte di noi.

 

Accorda i tuoi “strumenti” e sintonizzati sulle giuste frequenze.

Vibra in sintonia con la Natura e sii consapevole di farlo, vivrai meglio.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su whatsapp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Altri articoli

Iscriviti alla nostra Newsletter

Non perderti i nostri articoli.



    Cliccando su "Invia" dichiaro di aver accettato le Condizioni Generali e la Privacy Policy.