Pink Different - Logo
STORIE DI SUCCESSO

Le Rubriche

Musixmatch_blog storie di successo-pink-different_

Musixmatch, fare startup in Italia dimenticando l’Italia

Oggi ti parliamo di Max Ciociola, CEO e founder di Musixmatch, il più grande catalogo online di testi di canzoni. Fondato nel 2010, oggi conta oltre 80 milioni di utenti. Un po’ karaoke, un po’ Wikipedia versione musicale, un po’ l’evoluzione del cercare su google i testi delle canzoni. 

Cosa rende Musixmatch così speciale?

Musixmatch nasce per risolvere un problema.
Le persone sono da sempre appassionate di musica.
Riconduciamo l’ascolto dei brani a un momento di condivisione e spesso siamo legati a quelle note o a quelle parole che ci regalano un’emozione duratura nel tempo. Molti di noi sentono il bisogno di leggere il testo della musica che si ascolta e vanno a cercarlo apposta, ma altrove, non nell’applicazione da cui sentono la musica stessa.

Max Ciociola, il CEO di Musixmatch ha creato, invece, il testo in tempo reale. Leggere e ascoltare, insieme. Le parole contestualizzano l’immagine, il momento, l’emozione e danno a quest’ultima un peso specifico.

All’inizio Musixmatch era una startup, proprio come noi. Ed è per questo che ci sentiamo legati ad alcuni progetti in particolare rispetto ad altri, perché riusciamo a immedesimarci a pieno nel loro percorso. Le nostre radici sono umili e sappiamo bene cosa significa “farsi da zero”.
Non potevamo non essere attratti da questo mondo.

Lealtà, famiglia, coerenza, ambizione e soprattutto gratitudine. Questo è per noi Pink Different. Questi siamo noi; un pensiero differente ma umano; un pensiero nato dal passato ma già legato indissolubilmente al futuro.

Com’è nata l’idea di Musixmatch?

Max Ciociola racconta così le origini di Musixmatch:

«In quegli anni avevo notato che la parola più cercata su Google, dopo Facebook e YouTube, era “lyrics”, testi appunto. Abbiamo così pensato di creare un’app che permettesse di consultare sullo smartphone i testi delle canzoni. Abbiamo assunto ingegneri e siamo partiti. Sono stati 10 anni di sacrifici e di lavoro. Sembra banale dirlo ma se ci si impegna e ci si focalizza i risultati arrivano sempre. E noi non abbiamo mai smesso di crederci. Ora abbiamo una creatura che cresce a ritmi dell’80% anno su anno in termini di fatturato. Smetterei anche di chiamarla Startup: ormai è un’azienda che si muove con le sue gambe e a livello internazionale».

Ormai, non chiamarla startup è più che giusto.
Ma se non fosse nata con questo spirito avrebbe riscontrato lo stesso successo?

La parola startup porta con sé un significato grandissimo, che si collega a un atteggiamento insito in questo modello di business: CREDICI, SEMPRE!
È scritto all’interno della parola stessa ma non si legge a occhio nudo.
Abbiamo scritto un articolo su “Come creare una startup” partendo da zero, forse può esserti utile per capirne di più! Lo trovi qui.

Ma ora torniamo a noi.

Musixmatch

Chi era Max Ciociola prima di creare la sua startup?

Un appassionato di tecnologia e di Intelligenza Artificiale.
Una vena imprenditoriale sin dalla maggiore età ha cambiato la vita di Massimo che, nel 1999, fonda la Wireless Solutions, una tra le prime aziende in Europa a muovere i primi passi nel mondo degli smartphone e del mobile entertainment.
L’azienda venne poi acquisita da DADA, uno dei pionieri dell’Internet di quel tempo.

Lui era a capo di tutte le attività legate alla telefonia mobile del Gruppo Dada, a livello mondiale, con un team di 90 persone e uffici in 18 paesi nel mondo.
Questo per Max non era abbastanza, non era quella la sua perfetta dimensione.

Per questo nel 2010 nasce Musixmatch. Un mix di studio, ricerca ed errori.

Ciociola è riuscito a cogliere il meglio persino dall’Italia.

In un’intervista dice: «La più grande opportunità dell’Italia è proprio la mancanza di opportunità, scontrandosi con i problemi della vita di tutti i giorni arrivano le idee per risolverli, e queste si possono trasformare in imprese di successo».

Coglie il meglio anche dalla sua amata puglia, senza la quale Musixmatch, nata però a Bologna, non avrebbe avuto lo stesso spirito.

«Non so se sarebbe stato possibile farlo da non pugliese. Lo spirito pugliese combattivo, di non arrendersi mai, di voler fare e fare bene credo abbia fatto la sua parta. Quindi non conta dove la fai, ma come la fai e che background hai. E io rimango sempre legato alla Puglia».

Il legame con la propria terra è un sentimento forte, alle volte contrastante.
La ami e poco dopo la odi perché credi che non sia valorizzata abbastanza, e con molta probabilità non è valorizzata da chi la abita.

Si rimane sempre ancorati a certi profumi, a certe tradizioni, al semplice sapore di casa.

È reale il fatto che non sei destinato a diventare qualcuno in base al luogo in cui nasci, ma se riesci a farlo e sei sicuro che il luogo in cui sei cresciuto ti abbia dato un valore aggiunto allora avrai vinto due volte.

Musixmatch ha poi conquistato anche Mark Zuckerberg e chiuso anche un contratto con Spotify, il più grande “Music Service” al mondo con 365 milioni di utenti.
Hanno fatto lo stesso anche Apple Music, Amazon Music, Vevo, Instagram, Google.

Al momento Musixmatch ha 80 dipendenti, 7 milioni di canzoni trascritte, oltre 60 milioni di utenti attivi e gestisce circa il 95% del mercato dei servizi musicali.

Cosa puoi prendere da questa storia

  1. CREDI IN QUELLO CHE FAI.
  2. LASCIATI GUIDARE DALL’ISTINTO.
  3. NON DIPENDE DA DOVE NASCI, MA CHI DECIDI DI ESSERE.
  4. SBAGLIA, MA RIPARTI.

Credere in un’idea, investire tempo e denaro per darle forma e identità, è appagante.
Credere in un’idea, difenderla e vedere che i grandi colossi, quelli impensabili da raggiungere, ci credono quanto te, è straordinario.

Apriti al mondo e comincia con la condivisione, mostra ciò che ti piace e fallo in modo differente.
Vuoi trasformare la tua idea in un progetto vincente? Scrivici.
O meglio, compila il nostro brief, uno strumento indispensabile per qualsiasi attività, in cui potrai rispondere a delle domande specifiche sul tuo progetto. Abbiamo deciso di offrire per un breve periodo una consulenza gratuita di un 1h del valore di 500€, direttamente con Daniele Mauro, founder di Pink Different. La consulenza sarà successiva all’invio del brief, per capire insieme quali sono gli strumenti necessari per far decollare il tuo progetto. 

Non vediamo l’ora di conoscerti!

Questa rubrica di “Storie di successo” è stata pensata principalmente per un motivo: ISPIRARTI.
Ognuna di queste storie può lasciarti qualcosa, sta a te coglierne il senso più profondo per trovare la tua personale chiave di volta.

Se l’articolo ti è piaciuto lasciaci un commento, e grazie per essere arrivato fin qui!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

blog Pink Different - Storie di successo

Quì vi parleremo di STORIE di SUCCESSO, di tutte quelle persone che ce l’hanno fatta partendo da zero, di quelle persone che hanno puntato su se stesse, che hanno appreso dai loro fallimenti e che hanno fatto di essi la loro arma vincente.

Vi racconteremo di successi personali e aziendali ma con ogni probabilità continuerete a chiedervi: “e come ci sono riusciti?”
 FOCUS, COSTANZA E CONSAPEVOLEZZA.

Previous slide
Next slide

Social Links

Altri articoli

Antitrust-blog-Pink-different-business Business

Antitrust: i grandi dell’i-tech a rapporto

In questo articolo ti parleremo del Congresso che ha messo sotto accusa i grandi dell’hi-tech: Amazon, Apple, Facebook e Google. A rapporto i quattro uomini ...
Leggi Articolo →
il marketing nel calcio Marketing

Il marketing nel calcio: focus sugli Europei

Il cielo è azzurro sopra Wembley.It’s coming Rome.Ne dovete mangiare di pasta asciutta. Possiamo sintetizzare in sole 3 affermazioni questo Europeo che ci ha visti ...
Leggi Articolo →
imprenditore di te stesso--blog-business-pink-different_ Business

Diventa imprenditore di te stesso: ma cosa significa?

Ti sei mai sentito dire: “perché non diventi imprenditore di te stesso”? Chiunque te l’abbia detto ci ha visto lungo, ma prima di diventarlo secondo ...
Leggi Articolo →
pet food-blog pink pill-pink-different_ Pink Pill

Pet food: il business che vale 2 miliardi di €

In questo articolo di parliamo di pet food, il business del cibo per animali che oggi vale oltre 2 miliardi di € e del cambiamento ...
Leggi Articolo →
azienda liquida-blog business-pink-different_ Business

Azienda liquida: cos’è e come crearne una

In questo articolo ti parliamo di un nuovo modello di business: quello dell’azienda liquida. Capiremo insieme di cosa si tratta e del perché è importante conoscerlo ...
Leggi Articolo →
legge-del-sacrificio-blog-marketing-pink-different_ Marketing

La legge del sacrificio: hai mai rinunciato a qualcosa?

In questo articolo ti parleremo di una delle 22 immutabili leggi del marketing: quella del sacrificio. Questa è una di quelli leggi, come quella del fallimento, ...
Leggi Articolo →
le-5-caratteristiche-per-avere-successo Business

Le 5 caratteristiche per avere successo

In questo articolo ti parleremo di alcuni accorgimenti per far decollare il tuo business e diventare una persona di successo grazie a 5 caratteristiche da seguire. ...
Leggi Articolo →
Storie di Successo

Chiara Ferragni, la fashion blogger più famosa del mondo

Oggi vi parliamo di Chiara Ferragni, la fashion blogger più famosa e l’influencer italiana più seguita del mondo. C’è del genio? Azzarderemmo un sì, considerando ...
Leggi Articolo →
4 quadranti di Covey Pink Pill

I 4 quadranti di Covey: come gestire al meglio il tuo tempo

In questo articolo ti parliamo di un esercizio pratico che puoi utilizzare da subito per migliorare la gestione del tuo tempo: quello dei 4 quadranti ...
Leggi Articolo →
laurea-google-blog-pink-pill-pink-different Pink Pill

Google lancia la laurea online dei sei mesi

Sei mesi di studio e una spesa complessiva di 300 dollari? È oggi possibile, nell’era del cambiamento continuo, grazie al colosso di Google, che offre ...
Leggi Articolo →

Iscriviti alla nostra Newsletter

Non perderti i nostri articoli.

*Cliccando su “Invia” dichiaro di aver accettato le Condizioni Generali e la Privacy Policy.