fbpx
PENSIERO DIFFERENTE

Sai che il tuo corpo cambia ogni 7 anni?

In questo articolo vi parleremo della potenza del cambiamento. Di quanto sia insito nella vita di ognuno di noi e di come affrontarlo senza grandi preoccupazioni.

È il processo naturale delle cose e come già sappiamo, dobbiamo solo riuscire a vibrare nel modo corretto, il migliore per noi, per essere capaci di sintonizzarci sulle giuste frequenze.

 

Come dici? A parole sembra tutto semplice?

Probabilmente è vero, ma sono i fatti che contano. Hai mai provato a cavalcare l’onda del cambiamento e a sentirti il padrone indiscusso della tua vita?

Cambiare significa diventare persone migliori. Per noi di Pink Different il cambiamento è necessario, sano e fruttuoso. Non a caso la pensiamo così:

EVERYTHING CHANGES, IS NECESSARY.

 

“Non è la specie più forte o la più intelligente a sopravvivere, ma quella che si adatta meglio al cambiamento.”

Lo sapevi che il nostro corpo, così come i nostri pensieri, si evolve e cambia continuamente?

 

La biologia ci insegna che il nostro organismo rinnova completamente le sue cellule ogni sette anni e che allo scadere di ogni settimo anno il nostro corpo non è più lo stesso.

Il numero sette non è di certo casuale, è carico di significati simbolici presenti da sempre nella nostra quotidianità e ci riconduce alla ricerca mistica, all’esplorazione di se stessi e alla ricerca della completezza interiore, che ricerchiamo da e per tutta la nostra esistenza.

 

Oltre che a un aspetto puramente interiore del corpo, anche la psicologia, quindi tutta la sfera che ha a che fare con la nostra psiche, individua dei cicli settennali di trasformazione, ed è questo il motivo per cui sperimentiamo una rigenerazione psicofisica dell’organismo in toto.

 

Certo, non sarà di certo la scienza a dirci che nel corso della vita attraversiamo momenti di crisi, evoluzioni (alle volte anche involuzioni), gioie e dolori. Di questo ne abbiamo piena consapevolezza e probabilmente non saremmo gli stessi senza l’uno o l’altro.

Il positivo e il negativo che troviamo lungo il percorso formano nel tempo esattamente quello che siamo. Ma è pur vero che tocca a noi fare uno sforzo ulteriore e decidere di diventare la versione migliore di noi stessi.

Possiamo affermare che la vita ha un suo personale schema interiore che è bene comprendere se non vogliamo rischiare di perderne il senso più autentico.

Il motivo scientifico per cui ogni 7 anni il nostro corpo e la nostra mente cambiano è strettamente legato a questo: attraversano una crisi prima, e un cambiamento poi.

 

Ippocrate, considerato il padre della medicina, diceva: “Nell’esistenza umana sono presenti sette tempi che chiamiamo “età”: lattante, bambino, adolescente, giovane, adulto, uomo maturo e anziano.

Queste sono le fasi che ognuno di noi ha raggiunto o raggiungerà nel corso del tempo e ad ognuna di queste, corrisponde un cambiamento fisico e mentale.

Vediamo insieme i cambiamenti che affrontiamo nel corso della nostra vita.

 

da 0 a 7: l’imitazione, siamo completamente dipendenti dall’ambiente che ci circonda;

da 7 a 14: l’apprendistato, si sviluppa il pensiero e la capacità di relazionarsi e comunicare. Il ruolo della memoria comincia a diventare importante;

da 14 a 21: l’iniziativa, possiamo definirla la fase del “maremoto”. Cominciamo a guardarci intorno e non riusciamo a trovare molte risposte, eppure crediamo di avere il mondo tra le mani (e forse ce l’abbiamo davvero!);

da 21 a 28: la sensibilità, la posta in gioco è elaborare con cura la sensibilità, per fare di sé un uomo o una donna di cuore, conosci i tuoi valori e cominci a scegliere con consapevolezza quello che vuoi diventare;

da 28 a 35: la riflessione, cominciamo a voler cercare delle risposte. È la fase della svolta. Carne o pesce? Cosa siamo?;

da 35 a 42: l’individuazione, questo settennio conclude la grande fase della coscienza di sé e trasmette la padronanza della personalità. Impariamo finalmente ad agire tenendo conto di ciò che pensiamo e amiamo;

da 42 a 49: la libertà, qui abbiamo raggiunto la piena maturità (il che non significa essere diventati spenti e noiosi eh), diventa importante rivolgersi verso il mondo e verso gli altri per imparare a dare e diventare creatori;

da 49 a 56: il dono di sé, c’è una maggiore tranquillità e più interesse verso gli altri, verso il mondo. Per dirla in breve, meno egoismo;

da 56 a 63 e oltre: la saggezza, la piena consapevolezza di se stessi, delle proprie conoscenze e abilità.

 

 

Potremmo paragonare le fasi del cambiamento dell’uomo a quelle delle aziende.

Il mercato infatti muta con grande velocità e pur sapendolo, molti professionisti rimangano indietro.

Non è certo un caso il fatto che molti marchi del passato non sono più presenti nella nostra quotidianità, o quanto meno non allo stesso modo. Spesso portiamo dentro un ricordo che non è però paragonabile all’immediatezza del servizio di cui usufruiamo oggi: un esempio lampante è l’azienda Blockbuster, il cui business era focalizzato sull’acquisto a noleggio di prodotti home video e videogiochi.

 

Blockbuster non si è adattata nel modo giusto al cambiamento.

Non si sceglie più il film della serata davanti a un mobile pieno di cassette e dvd, ma direttamente dal divano di casa, solo con un click; qui Netflix ci ha visto lungo ed ha conquistato tutti per questo.

Ha creato il suo personale marketing dello straordinario e ha smesso di navigare nell’oceano rosso della concorrenza. Ha fatto un salto, ha cercato la praticità e soprattutto è riuscita a comprendere il “QUANDO”, ha colto il cambiamento e ne ha fatto un punto di forza.

E tu cosa vuoi fare? Continuare a restare nel limbo dei se e dei ma?

O vuoi cominciare a puntare su te stesso senza riserve?

 

Potresti cominciare da qui, ad esempio.

Non vivere guardando il fiume che scorre, dagli tu la direzione.

 

Hai voglia di metterti in gioco? Vuoi entrare nel nostro team?
Scrivici se:
➡️ hai qualità compatibili ai progetti su cui lavoriamo;
➡️ non hai particolari competenze specifiche, ma una gran voglia di cercare il tuo x-Factor.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su whatsapp

Lascia un commento

Altri articoli

pink different- PARTIRE DA ZERO: COME CREARE UNA STARTUP
Business

Partire da zero: come creare una startup

“Ho zero euro in tasca.” E qual è il tuo obiettivo? “Costruire il marchio più grande della storia!” In questo articolo ti parleremo del mondo delle startup, di quali sono i requisiti necessari per crearne una dal nulla e del perché avere solo un’idea vincente non basta. Analizzeremo tutti gli elementi indispensabili per iniziare e gli errori

Leggi Tutto »
Pink Different trading alfio bardolla business
Business

Trading

In questi mesi abbiamo lavorato e studiato come matti per aggiungere altre gambe al nostro tavolo, il tavolo della libertà finanziaria, quella soluzione che ti permette di vivere la vita che desideri. In che modo? Prima di tutto, formati. La conoscenza è già di per sé cambiamento e quindi un ottimo punto da cui partire. Abbiamo

Leggi Tutto »
10 imprenditori di successo senza una laurea
Pink Pill

10 imprenditori di successo senza una laurea

In questo articolo ti parliamo di 10 imprenditori che hanno rivoluzionato i loro settori di riferimento senza una laurea. Il messaggio che vogliamo lasciarti è che non sempre alla base di una brillante carriera c’è una laurea o comunque un percorso di studi ben preciso. Attenzione eh, non vogliamo di certo affermare che gli studi non

Leggi Tutto »

Iscriviti alla nostra Newsletter

Non perderti i nostri articoli.



    Cliccando su "Invia" dichiaro di aver accettato le Condizioni Generali e la Privacy Policy.