STORIE DI SUCCESSO

Virginia Di Giorgio: e se la tua passione diventasse il tuo lavoro?

Questa rubrica di “Storie di successo” è stata pensata principalmente per un motivo: ISPIRARTI.
Ognuna di queste storie può lasciarti qualcosa, sta a te coglierne il senso più profondo per trovare la tua personale chiave di volta.

Oggi ti parliamo di Virginia Di Giorgio, l’artista che ha dato vita a Virgola, la “pupetta” che in pochissimo tempo è diventata una delle protagoniste del web, con una pagina Instagram seguita da oltre 170mila followers.

Ti parliamo di Virginia Di Giorgio perché come noi ha deciso di investire sulla sua passione e di creare da questa un vero e proprio lavoro.

Lei disegna, fa grafica, scrive su un blog e racconta la sua vita su YouTube, e anche se tutto questo è nato per gioco, ad oggi può dire di essersi creata dal nulla un lavora che ama.

Sai benissimo quanto noi di Pink Different crediamo nella passione verso qualcosa, nella voglia e nella determinazione di raggiungere un obiettivo costi quel che costi, nella scelta di cercare un lavoro che porti senza dubbio dei guadagni, ma che ti consenta allo stesso tempo di divertiti e di stimolarti quotidianamente.

Ora, segna bene questa frase nella tua testa:

Diventiamo ciò che decidiamo di essere.

Le infinite opportunità che ci sono oggi ci permettono di lavorare grazie alla nostra passione.
E no, lavorare grazie a una passione, non significa non lavorare. Togliamoci questo preconcetto dalla nostra testolina.

Ma ora vediamo insieme chi è la protagonista di questa storia di successo.

Chi è Virginia Di Giorgio?

Virginia è una ragazza, una mamma, un’artista a 360°.
Si laurea a Firenze in Storia dell’arte medievale e, come accade per tutti i neolaureati, comincia a cercare un lavoro stabile nel suo settore (aah, che incredibile incubo quello del posto fisso!).

La vita però la porta a prendere altre strade e nel 2013 comincia a condividere su Instagram (che ancora non aveva riscosso l’incredibile successo di adesso) e su Facebook i suoi disegni, con un personaggio da lei creato, appunto Virgola.

Dopo soli 40 giorni dalla prima pubblicazione arriva la prima richiesta da parte di un brand: la pupetta sarà la protagonista di un adv per una nota marca di caffè.

Qui comincia la storia di Virgola e quella della sua ideatrice.

Nel 2014 arriva il primo premio come miglior artista agli Igers Awards, premio dedicato agli instagrammer italiani.
Nel 2015 tiene lezione alla Napier Academy di Firenze su come costruirsi un’identità social e sempre nello stesso anno vince, ancora una volta, il premio come miglior artista agli Igers Award.
Come ciliegina sulla torta, sempre in quell’occasione riceve un altro premio, quello di personaggio dell’anno.
Nel 2017 lancia la linea di gioielli Oro, Argento e Virgola.
E nel 2018 comincia una nuova avventura: apre la sua linea stationery, che riscuote un gran successo.

Come è nata Virgola?

Disegnare e guadagnare risulta essere complicato, ed è una piaga che affligge la maggior parte dei lavori creativi. Questo Virginia lo sapeva bene.

Virgola nasce per caso, o probabilmente è sempre stata dentro di lei, ma ha trovato con il tempo lo spazio per uscir fuori.
Tutto è cominciato da un disegno fatto per gioco, da un biglietto lasciato al suo fidanzato prima di partire.
Virginia racconta che il suo compagno non aveva mai commentato prima un suo disegno, ma in quel caso le disse che gli era piaciuto molto e le aveva consigliato di disegnarlo con più frequenza.

Ogni disegno è nato in modo spontaneo, e non fatichiamo a crederlo considerando la genuinità e la trasparenza che contraddistinguono Virginia.

Il nome Virgola le ricorda il nomignolo che le dava suo padre da bambina e così, dopo aver dato un’identità al suo personaggio ha cominciato a condividerlo.
E quello della condivisione, lo ripetiamo spesso, è un potere grandissimo.

Virginia ha trasformato oggetti di uso comune dandogli una nuova vita: una forcina per capelli diventa un flauto, un biscotto diventa un palloncino e una rosa rossa diventa un bellissimo vestito d’epoca.

È forse il caso di dire: brand positioning? Sì, possiamo dirlo a gran voce.
Virgola è ormai più che riconoscibile, la sua ideatrice ha trovato un elemento differenziante.

Cosa puoi prendere da questa storia:

  1. ESCI DALLA TUA COMFORT ZONE
  2. DAI VITA ALLA TUA PASSIONE
  3. SE HAI QUALCOSA DI DIVERSO DA DIRE, DILLO
  4. CREDI IN QUELLO CHE FAI

Ti ricordi quando abbiamo parlato di TikTok e delle solite frasi che denigrano un mestiere solo perché “lontano dagli stereotipi che ci hanno inculcato?”.

Ecco, vogliamo farti capire che dar sfogo alla propria creatività non significa non fare nulla, o non lavorare.
Dietro quei video da 15 secondi, che possono sembrare insulsi e infantili, ad esempio, c’è del lavoro: ore di registrazione, montaggio, cambio di look, scrittura di un copione etc…

È ovvio che per arrivare a guadagnare così tanto è richiesto, allo stesso modo di un lavoro “normale” come direbbero i più, sacrificioimpegno e mindset, anche perchè il talento va bene, ma non basta!

Questo però non significa che sia impossibile.
Certo, non sarà facile, ma da qualche parte dovrai pur cominciare no?

Virgola, ad esempio, era solo un disegno, oggi invece è un progetto!

Ti lasciamo qui degli esempi di chi, grazie alla propria passione, ha creato un vero e proprio lavoro come: Chiara Ferragni con la moda e i social, Guru Dudu con la sua musica da strada, Arturo Brachetti con le sue 100 maschere in una serata, Dario Vignali con la passione per la tecnologia e una precoce vena imprenditoriale.
E sì, ce ne sarebbero tanti, tanti altri, come appunto Virginia Di Giorgio.

A te cosa piace fare? Hai mai pensato di rendere la tua passione monetizzabile?
Guardati intorno, c’è una strada anche per te, trovala!

Se l’articolo ti è piaciuto lasciaci un commento, e grazie per essere arrivato fin qui!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su whatsapp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ogni GIOVEDÌ vi parleremo di STORIE DI SUCCESSO, di tutte quelle persone che ce l’hanno fatta partendo da zero, di quelle persone che hanno puntato su se stesse, che hanno appreso dai loro fallimenti e che hanno fatto di essi la loro arma vincente.
Blog Pink different rubrica STORIE di SUCCESSO

Instagram

Precedente
Successivo

Social Links

Altri articoli

carvana distributore automatico
Pink Pill

Carvana: l’auto si compra al distributore automatico

In questo articolo ti parliamo di Carvana.com, una concessionaria di auto usate online, famosa per i suoi distributori automatici a più piani. Cosa rende questa notizia una Pink Pill? L’innovazione e il cambiamento che porta con sé. La visione di un mondo più pratico, veloce e funzionante. Bisogna essere un po’ pazzi per immaginare quello che

Leggi Tutto »
Twich-blog-business-pink-different
Business

Twitch: come guadagnare con il live streaming

In questo articolo ti parliamo di Twitch, la piattaforma di live streaming con più di 4 milioni di utenti attivi, di proprietà di Amazon. Sì, hai letto bene, Amazon colpisce ancora e Twitch è diventata una delle piattaforme di streaming video più popolari al mondo. Solo qualche giorno fa ti avevamo parlato del nuovo reparto del

Leggi Tutto »
landing page-blog business-pink-different
Business

Landing page: come convertire gli utenti in clienti fidelizzati

In questo articolo ti parliamo di landing page, di come si crea un lead magnet perfetto e di quanto sia importante convertire gli utenti, che navigano sul sito web, in consumatori fidelizzati. Ti è mai capitato di ricevere una mail con un link a un’offerta imperdibile di un prodotto interessante e una volta cliccato su di

Leggi Tutto »

Iscriviti alla nostra Newsletter

Non perderti i nostri articoli.



    Cliccando su "Invia" dichiaro di aver accettato le Condizioni Generali e la Privacy Policy.